I MEDICI RACCONTANO: INTERVISTA ALLA DOTT.SSA LAURA CAROLINA SCEVOLA

Dott.ssa Laura Carolina Scevola

I MEDICI RACCONTANO: INTERVISTA ALLA DOTT.SSA LAURA CAROLINA SCEVOLA

INTERVISTA DEL MESE
I MEDICI RACCONTANO: INTERVISTA ALLA DOTT.SSA LAURA CAROLINA SCEVOLA

La Dott.ssa Laura Carolina Scevola –

Medico estetico – Milano

ci racconta la sua esperienza con Rigenera

Dott.ssa Laura Carolina Scevola

Abbiamo intervistato la Dott.ssa Laura Carolina Scevola per farci raccontare la sua esperienza pratica con Rigenera Activa.

Come ha conosciuto la tecnologia Rigenera?

Grazie ad una informatrice scientifica che mi ha sottoposto per prima la metodica, permettendomi di approfondirla. Considerato il razionale scientifico che mi pareva sottendere al protocollo iniziale ho deciso di testare, come sempre faccio, il protocollo su tre persone affette da diradamento del capillizio per provarne efficacia, sicurezza per il paziente e modalità di uso..

 In quali settori la applica?

Prevalentemente e con risultati soddisfacenti per la biorivitalizzazione della cute del volto, collo e decolté, meno frequentemente sul cuoio capelluto. Ho trattato anche qualche ferita difficile e dolorosa ottenendo una rapida ripresa della granulazione e chiusura della lesione

Quali sono a suo avviso i principali vantaggi per medici e pazienti?

Per i medici i vantaggi sono la possibilità di utilizzo di cellule autologhe, la semplicità d’uso della metodica e l’innovazione. Per il paziente la scarsa invasività, la lunga durata del risultato.

Quali sono per lei i vantaggi principali legati a questa tecnologia?

Anzitutto il fatto che parliamo di un procedimento autologo, rapido e non doloroso. Sovente mi capitano pazienti che lo vogliono associare a trapianti da poco effettuati.  Sotto questo punto di vista il trattamento Rigenera si fa preferire anche al PRP, perché i microinnesti azionano la vascolarizzazione dei tessuti e la rigenerazione della frazione stromale. Solitamente consiglio di ripetere il trattamento almeno una volta all’anno.

Quanto può dirsi soddisfatta dei risultati ottenuti? 

Dovendo dare un voto alla metodica globalmente 7, mentre se riferito al ringiovanimento della cute salirei a 9. La cute acquista una texture molto luminosa e compatta con un sollevamento dei contorni del volto.

La consiglierebbe anche ad altri colleghi? 

La consiglierei a dermatologi, medici estetici per l’aspetto antiaging ma anche a chirurghi vascolari per lesioni ipotrofiche o a chi si occupa di ferite difficili e piede diabetico. La spinta alla guarigione della lesione permette una soluzione rapida a volte ormai non più attesa.